La Hierarchia Catholica (versione cartacea). Istruzioni per l’uso

1228995065100Introduzione

A tutti coloro che frequentano gli archivi storici sarà capitato prima o poi di avere tra le mani lettere che si concludono così: «M. episcopus Viterbiensis». Quando un documento simile si trova all’interno di un carteggio, la soluzione si trova facilmente consultando le altre lettere. Se invece si tratta di un pezzo unico, completamente sganciato dal suo contesto (torniamo sempre lì, l’importanza del vincolo archivistico!) allora l’unica soluzione è ricorrere alla Hierarchia catholica.

Piano dell’opera

Ma che cos’è e come si utilizza esattamente questo strumento? Per dirla in poche parole, si tratta della raccolta (in nove volumi) dell’elenco dei papi, dei cardinali e delle successioni episcopali in tutte le diocesi cattoliche del mondo. Tale raccolta si basa sia sulla consultazione diretta dei documenti conservati presso l’Archivio segreto vaticano, sia tramite la consultazione di altri repertori e compilazioni scientificamente affidabili (quali ad esempio Gams, Potthast, ecc.). Tale opera si deve all’impagabile lavoro di un francescano, Konrad Eubel, OFMConv, (1842-1923), il quale curò direttamente l’edizione dei primi due volumi, si fece aiutare – a causa dell’età avanzata – per l’edizione del terzo e riuscì solo ad abbozzare quella del quarto. L’evidente utilità di questo strumento, unanimemente riconosciuta da tutta la comunità scientifica, spinse i confratelli dell’Eubel a continuarne il lavoro. Allo stato attuale siamo a nove volumi pubblicati grazie all’impegno dei frati: van Gulik, Gauchat, Ritzler, Sefrin e Pięta. Qui di seguito il piano completo (da notare come inizialmente l’opera dovesse riferirsi al solo medioevo, tuttavia dal terzo volume si passò a coprire anche l’età moderna, da cui l’aggiunta nel titolo della parola “recentioris”):

  1. Hierarchia catholica Medii aevi sive summorum pontificum, S.R.E. cardinalium, ecclesiarum antistitum series ab anno 1198 usque ad annum 1431 perducta e documentis tabularii praesertim Vaticani collecta, digesta, edita, per Conradum Eubel, OFMConv, Monasterii 19132
  2. Hierarchia catholica Medii aevi sive summorum pontificum, S.R.E. cardinalium, ecclesiarum antistitum series ab anno 1431 usque ad annum 1503, e documentis tabularii praesertim Vaticani collecta, digesta, edita per Conradum Eubel, ofm conv, Monasterii 19142
  3. Hierarchia catholica Medii et recentioris aevi sive summorum pontificum, S.R.E. cardinalium, ecclesiarum antistitum series volumen tertium saeculum XVI ab anno 1503 complectens, quod cum Societatis Goerresianae subsidio inchoavit Guilelmus van Gulik, absolvit Conradus Eubel, ofm conv, Monasterii 19232
  4. Hierarchia Catholica Medii et recentioris aevi sive summorum pontificum, S.R.E. cardinalium ecclesiarum antistitum series e documentis tabularii praesertim Vaticani collecta, digesta, edita, volumen quartum a pontificatu Clementis PP. VIII (1592) usque ad pontificatum Alexandri PP. VII (1667) per P. Patritium Gauchat, ofm conv., Monasterii MCMXXXV.
  5. Hierarchia Catholica Medii et recentioris aevi sive summorum pontificum, S.R.E. cardinalium ecclesiarum antistitum series e documentis tabularii praesertim Vaticani collecta, digesta, edita, volumen quintum a pontificatu Clementis PP. IX (1667) usque ad pontificatum Benedicti PP. XIII (1730) per P. Remigium Ritzler, ofm conv., et P. Pirminum Sefrin, ofm conv., Patavii MCMLVIII.
  6. Hierarchia Catholica Medii et recentioris aevi sive summorum pontificum, S.R.E. cardinalium ecclesiarum antistitum series e documentis tabularii praesertim Vaticani collecta, digesta, edita, volumen sextum a pontificatu Clementis PP. XII (1730) usque ad pontificatum Pii PP. VI (1799) per P. Remigium Ritzler, ofm conv., et P. Pirminum Sefrin, ofm conv., Patavii MCMLVIII.
  7. Hierarchia Catholica Medii et recentioris aevi sive summorum pontificum, S.R.E. cardinalium ecclesiarum antistitum series e documentis tabularii praesertim Vaticani collecta, digesta, edita, volumen septimum a pontificatu Pii PP. VII (1800) usque ad pontificatum Gregoris PP. XVI (1846) per P. Remigium Ritzler, ofm conv., et P. Pirminum Sefrin, ofm conv., Patavii MCMLXVIII.
  8. Hierarchia Catholica Medii et recentioris aevi sive summorum pontificum, S.R.E. cardinalium ecclesiarum antistitum series e documentis tabularii praesertim Vaticani collecta, digesta, edita, volumen octavum a pontificatu Pii PP. IX (1846) usque ad pontificatum Leonis PP. XIII (1903) per P. Remigium Ritzler, ofm conv., et P. Pirminum Sefrin, ofm conv., Patavii MCMLXXVIII.
  9. Hierarchia Catholica Medii et recentioris aevi sive summorum pontificum, S.R.E. cardinalium ecclesiarum antistitum series e documentis tabularii praesertim Vaticani collecta, digesta, edita, volumen nonum a pontificatu Pii PP. X (1903) usque ad pontificatum Benedicti PP. XV (1922) per P. Zenonem Pięta, ofm conv., Patavii MMII.

Sezioni di ogni volume

In ciascun volume possiamo trovare le seguenti sezioni:

  1. Praefatio
  2. Sigla et abbreviationes
  3. Liber primus. De summis pontificibus et S.R.E. cardinalibus
  4. Liber secundus. De patriarchis, archiepiscopis, episcopis
  5. Appendix I. Suffraganei, auxiliares, vices gerentes
  6. Appendix II. Conspectus provinciarum ac dioecesium
  7. Appendix III. Nomina dioecesium vulgaria
  8. Appendix IV. Nomina personarum vulgaria

Consultazione delle singole sezioni  

Praefatio

Normalmente ignorata, ciascuna Praefatio risulta invece fondamentale per comprendere la struttura di ogni singolo volume della Hierarchia. Come già detto, si tratta di un’opera in evoluzione la cui stesura ha coperto sinora oltre un secolo ed è quindi importantissimo comprendere, al di là dell’impostazione generale che non cambia, le novità introdotte in ciascun volume.

La Praefatio ci offre anche l’elenco di tutte le nuove fonti che è stato possibile consultare nel volume in questione e quelle eventualmente scartate in favore di altre. Non è quindi assolutamente da tralasciare.

Liber primus

 

Liber primusIl Liber primus si divide a sua volta in tre parti:

  • Pars prima. In qua summi pontifices et ab ipsis creati S.R.E. cardinales chronologico enumerantur ordine
  • Pars secunda. In qua S.R.E. cardinales, qui in parte prima enumerabantur ordine chronol., recensentur secundum ipsorum titulos
  • Pars tertia. In qua nomina et cognomina S.R.E. cardinalium p. I et II occurrentium ordine recensentur litterarum sive alphabetico
  • Appendix

Pars prima

Pars prima

Nella Pars prima troviamo l’elenco dei papi e dei cardinali creati da quest’ultimi. Si tratta quindi di un elenco cronologico in cui per ogni pontefice viene fornito:

  1. Nome del papa in latino
  2. Nome secolare del pontefice in latino, informazioni sulla famiglia, titolo cardinalizio prima dell’elezione (tutte queste informazioni sono tra parentesi tonde)
  3. Luogo e data di elezione, consacrazione e coronazione
  4. Luogo e data della morte

Sotto ogni pontefice, suddivisi secondo le date dei rispettivi concistori, abbiamo l’elenco dei cardinali, di cui si fornisce:

  1. Nome e cognome in latino (in grassetto). Tra parentesi tonde vengono fornite eventuali varianti del nome
  2. Informazioni sul personaggio antecedenti alla carica (nazionalità, appartenenza ad ordini religiosi, rapporti di parentela col papa, ecc.). La cesura tra questa sezione e la successiva è data dal segno di =
  3. Indicazione del titolo con cui viene eletto ed eventuali trasferimenti fino alla morte (segnalata ovviamente dal classico segno †) o all’elezione a pontefice (vedi il caso di Hugo(linus) – nella foto – che diventerà papa col nome di Gregorio IX e per il quale bisognerà andare a verificare la relativa sezione).

Ovviamente, affinché la consultazione risulti il più proficua possibile non deve essere tralasciato l’apparato delle note a piè di pagina, in cui vengono fornite ulteriori indicazioni (tornando al caso del suddetto Hugo(linus), per esempio, la nota numero 2 ci informa che il trisavolo di quest’ultimo era fratello germano del trisavolo di Innocenzo III).

Pars secunda

Pars secunda - EpiscopiPars secunda - PresbyteriPars secunda - Diaconi

Nella Pars secunda troviamo l’elenco cronologico dei cardinali disposti secondo i rispettivi ordini (A. cardinali vescovi, B. cardinali presbiteri e C. cardinali diaconi) e titoli.

Appendix

Questa sezione è seguita da un’Appendix in cui vengono elencati i cardinali senza titolo (perché impediti da morte o altra causa, perché non vennero presso la Curia a ricevere il suddetto titolo o perché vi sono dubbi sulla loro effettiva promozione) con il relativo riferimento alla pagina e nota in cui è possibile trovare ulteriori informazioni.

Pars tertia

pars-tertia-a

pars-tertia-b

pars-tertia-c

Infine, nella Pars tertia troviamo gli elenchi dei cardinali, già visti nella Pars prima et Pars secunda, suddivisi per:

  • nome in latino (sezione A)
  • cognome in latino (sezione B)
  • soprannome (sezione C)

Appendix (dal IV volume)

appendix-2In quest’Appendice compare un elenco dei Vice-cancellieri, dei Camerari e del Sacro Collegio.

Liber secundus

liber-secundus

Nel Liber secundus (De patriarchis, archiepiscopis, episcopis), seguendo l’ordine alfabetico delle diocesi (secondo la denominazione latina delle stesse), viene fornito l’elenco dei vescovi titolari di ciascuna diocesi. Andando nel particolare l’elenco è così strutturato:

liber-secundus-dioecesisIn alto il nome della diocesi:

  1. Nome in latino
  2. Tra parentesi il nome in lingua corrente
  3. Localizzazione geografica
  4. Altre caratteristiche della diocesi
  • Nella prima colonna la causa dell’elezione del vescovo (ecco i casi principali):
  1. ob. (obitus, morte del precedente), con indicazione della data tra parentesi,
  2. tr. (translatio, trasferimento del precedente), con indicazione della diocesi di destinazione
  3. res. (resignatio, rinuncia del precedente)
  4. Nel caso non sia conosciuta la causa vengono messi dei punti di sospensione
  • Nella seconda colonna troviamo il nome del titolare:
  1. Nome (in grassetto) e cognome del titolare
  2. Indicazioni sul personaggio. Sono molto variabili normalmente si trova: la provenienza geografica, la sigla dell’eventuale ordine religioso di appartenenza, le cariche precedentemente ricoperte, ecc.
  • Nella terza colonna abbiamo la data in cui il titolare è stato eletto
  • Nella quarta colonna l’indicazione bibliografica da dove è stata desunta l’informazione. Ecco i principali casi che si possono trovare:
  1. Registri dei papi: nome del pontefice, eventuale specifica dei Registri Lateranensi o Avignonesi (“Lat.” e “Av.”), numero del registro (normalmente suddivisi per anni di pontificato), numero del documento (oltre a questi, citati più frequentemente, ci sono anche riferimenti all’Archivio della Camera apostolica e all’Archivio concistoriale)
  2. Se provengono da altri registri se ne fornisce la sigla e la relativa segnatura (ad esempio: il Libro 121 dell’Armadio XII in cui sono state annotate da un anonimo compilatore le provisioni sotto i pontefici Alessandro V, Giovanni XXIII e Martino V; o i registri delle “Obligationum et solutionum”, ecc.)
  3. Laddove non sia stato possibile trovare un documento di riferimento allora si ricorre ai repertori tra cui primeggiano il Gams, il Potthast, lo schedario Garampi, lo schedario Baumgarten, ecc.

Anche in questa sezione non manca l’approfondito apparato di note in cui vengono fornite varie notizie tra cui, da non trascurare, le eventuali date di elezione e consacrazione dei vescovi.

Appendix I

appendix-i

L’elenco fornisce, laddove conosciuti, il nome dei vescovi suffraganei/ausiliari/vicegerenti per ciascuna diocesi ed è così strutturato:

  1. Nome della diocesi dove si ritrova il suffraganeo/ausiliare/vicegerente
  2. Nome della persona
  3. Nome della diocesi dove quest’ultima era vescovo (laddove conosciuta)
  4. Anno in cui si ritrovano come suffraganei/ausiliari/vicegerenti

Appendix II

Nell’Appendix II troviamo il prospetto delle province e relative diocesi suffraganee che si riscontrano nel mondo cattolico.

appendix-iiAppendix III

Nell’Appendix III viene fornito l’elenco alfabetico dei nomi italiani delle diocesi con il numero della pagina in cui si ritrova la corrispettiva scheda all’interno del volume.

appendix-iii

Appendix IV (dal IV volume)

Quest’ultima appendice fornisce l’elenco alfabetico dei nomi di persona (in volgare) che compaiono nel volume.

appendix-iv

Suggerimenti finali per la consultazione

In conclusione, affinché la consultazione di questo strumento sia il più possibile efficace si suggerisce:

  1. leggere attentamente le varie Praefationes a ciascun volume (forniscono, tra le altre cose, utili indicazioni sulle novità introdotte, le fonti utilizzate e le modalità di citazione delle stesse)
  2. tenere sotto mano il prospetto delle Abbreviationes, fondamentale in un’opera in cui praticamente tutto risulta scritto per abbreviazione. Da notare, purtroppo, il fatto che non tutte le abbreviazioni siano presenti nel suddetto prospetto, per molte bisogna andare a intuito (a questo proposito vorrei provare a stilare un elenco delle abbreviazioni non segnalate, se qualcuno può e vuole aiutarmi gliene sarò molto grato)
  3. verificare SEMPRE la sezione – piuttosto corposa – degli Addenda et emendanda.

Se ritenete che questo post vi sia stato di qualche aiuto fatemelo sapere, soprattutto sarei curioso di capire se, secondo voi, possano ancora mancare indicazioni utili che potrebbero essere aggiunte. A questo scopo l’indirizzo a cui scrivere è: info.foederisarca@gmail.com Ogni indicazione sarà benvenuta in vista di un miglioramento e aggiornamento del posto, grazie a tutti per la collaborazione!

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Capsula instrumentorum e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...