Dignus enim est operarius mercede sua. Quanto vale il lavoro dell’archivista?

Parabola degli operai nella vigna

Parabola degli operai nella vigna

Avendo ricevuto diverse richieste da parte di alcuni istituti religiosi in merito alla quantificazione economica dei lavori archivistici ho deciso di rispondere collettivamente con un apposito post sull’argomento.

Tale richiesta nasce soprattutto dalla mancanza di personale interno alla Congregazione che possa svolgere questa tipologia di lavori, i quali richiedono competenze che si acquisiscono solo dopo un apposito e lungo corso di studi. In questo panorama, i problemi che emergono da parte dei committenti sono principalmente due: la definizione della tipologia dell’intervento da richiedere e la verifica dell’attendibilità dei costi preventivati dal professionista incaricato del lavoro.

A questo scopo potrà risultare utile fare riferimento al documento, messo a punto da Giorgetta Bonfiglio-Dosio e Concetta Damiani su richiesta dell’Associazione nazionale archivistica italiana, intitolato: Lavori archivistici (seconda edizione). Regolamentazione per il settore dei liberi professionisti: requisiti scientifici, rapporti con la committenza, tariffe (più comunemente noto come: Tariffario Bonfiglio-Dosio).

Come si legge nella Presentazione, in questo documento si sono volute: «conciliare, in atteggiamento di ampia onestà intellettuale, le esigenze di garanzia dei diritti sia dei committenti sia dei liberi professionisti, prima di tutto definendo con precisione la natura e le caratteristiche di ciascun tipo di lavoro e accennando agli standard qualitativi, in riferimento agli scenari internazionali e al dibattito sul tema».

Si comprende, quindi, come la logica sottesa a questo documento  sia la consapevolezza che una precisa descrizione delle diverse tipologie di intervento (corollata da un chiaro riferimento agli standard internazionali e a quella che potremmo definire la “regola d’arte” del lavoro) possa essere la chiave che permetta al committente una serena analisi delle sue esigenze e dei costi che dovrà affrontare.

Il documento, inoltre, affronta anche la modalità con cui debba regolarsi il rapporto tra il committente e il libero professionista, ossia con un regolare contratto che dovrà prevedere questi sette punti principali:

  1. tipo di lavoro richiesto/offerto;
  2. standard e/o modelli di riferimento, software da utilizzare;
  3. modalità di esecuzione (luoghi, manovalanza, fornitura di infrastrutture, materiali di consumo, materiali di condizionamento);
  4. tempi di consegna del lavoro;
  5. modalità di pagamento;
  6. eventuali penali per entrambi;
  7. condizioni di cessione del diritto d’autore e numero delle copie delle pubblicazioni a stampa di pertinenza dell’archivista.

Scendendo nel particolare, le voci relative ai singoli interventi archivistici si trovano così strutturate:

  1. definizione;
  2. bibliografia;
  3. descrizione;
  4. compenso;

E, per concludere, ecco l’elenco degli interventi descritti (in ordine alfabetico):

  1. Assistenza tecnica nella gestione ordinaria dell’archivio già costituito
  2. Attività formativa
  3. Cartulazione
  4. Censimento
  5. Collaudo
  6. Condizionamento
  7. Consulenza archiveconomica
  8. Consulenza archivistica alla progettazione di sistemi di gestione documentale
  9. Consulenza archivistica alla realizzazione di sistemi informatici
  10. Consulenza redazionale
  11. Coordinamento delle operazioni di trasloco
  12. Direzione scientifica
  13. Edizione critica
  14. Elenco
  15. Guida settoriale
  16. Guida tematica
  17. Guida topografica o rilievo topografico del materiale archivistico
  18. Indice
  19. Inventario
  20. Manuale di gestione
  21. Organizzazione del servizio di gestione del protocollo informatico, dei flussi documentali e degli archivi
  22. Perizia di stima
  23. Piano di conservazione e massimario di selezione e scarto
  24. Progetto
  25. Regesto
  26. Restauro: incombenze dell’archivista
  27. Ricerca archivistica tematica
  28. Riordino
  29. Selezione e scarto
  30. Sfoltimento
  31. Sistemazione fisica del materiale archivistico
  32. Soggettazione
  33. Studio di fattibilità
  34. Titolario di classificazione/ piano di classificazione
  35. Trascrizione
  36. Utilizzo di supporto informatico (data entry)

Una considerazione finale. Se si analizzano i costi delle singole voci si comprenderà come potrebbe essere opportuna l’ipotesi di considerare l’assunzione, in pianta stabile, di un archivista. Infatti a fronte di un primo impatto apparentemente antieconomico, ci si renderà conto di come, sul lungo periodo, l’investimento inziale produrrà un considerevole risparmio. Infatti, una persona adeguatamente formata e assunta stabilmente dall’Istituto potrà svolgere la totalità dei lavori elencati senza costituire un aggravio di spesa e potrà dar vita ad un articolato progetto di studio, riordinamento, descrizione e valorizzazione con evidenti vantaggi in termini economici e culturali per la Congregazione. Pensateci!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Metodologia di lavoro e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Dignus enim est operarius mercede sua. Quanto vale il lavoro dell’archivista?

  1. paciallegra ha detto:

    Molto giuste le tue conclusioni sul fatto che, fatti due conti, conviene assumere un archivista ma è anche vero che il livello di frammentazione del Tariffario è tale da renderlo spesso inutilizzabile. Diciamo che, in mancanza d’altro, per dare alla committenza un punto di riferimento, è spesso utile citarlo.

    • foederisarca ha detto:

      Effettivamente, analizzando le voci del Tariffario, ci si accorge che molte di esse possono costituire le fasi di un progetto articolato, per il quale non è spesso facile fornire una quantificazione monetaria. Mi chiedo se ci siano strumenti del genere (ma da quanto scrivi non sembrerebbe) e se all’estero esistano delle tabelle di riferimento. Tu ne sai nulla? Grazie mille e buona serata! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...