Considerazioni generali sul restauro dei documenti d’archivio

Prima di lanciarsi in campagne indiscriminate di restauro, potrebbe risultare utile ricordare che il restauro deve essere l’extrema ratio, l’ultima scelta di una corretta politica di conservazione. Infatti, sarà completamente inutile investire dei fondi per far restaurare dei documenti se poi saranno nuovamente riposti in un ambiente inidoneo alla conservazione.

Caratteristiche generali del restauro

Ma quali sono le regole generali che deve rispettare un restauro? Sono essenzialmente quattro:

  1. Non deve essere invasivo: il restauro deve essere portato soltanto su quei documenti o porzioni di esso che abbiano un’effettiva necessità di essere restaurati. Ogni intervento ingiustificato non costituirà altro che un ulteriore danno al documento;
  2. Deve essere reversibile: l’intervento dovrà essere condotto con materiali che possano essere rimossi e sostituiti da altri. Questo nella prospettiva che le tecniche di restauro, essendo in continua evoluzione e miglioramento, possano essere impiegate su documenti già restaurati;
  3. Deve essere rispettoso della forma originaria della documentazione: un intervento di restauro deve essere preceduto da un’attenta analisi storico-materica del documento di cui il restauratore dovrà tenere conto, cercando di utilizzare gli stessi materiali e le tecniche originarie laddove possibile;
  4. Deve essere riconoscibile: un buon intervento sarà condotto in modo da essere reso riconoscibile ad un occhio esperto, senza per questo inficiare sull’estetica generale del pezzo.

 Alcuni esempi di interventi errati

Vediamo ora alcuni tipici errori che vengono compiuti negli interventi di restauro sulla documentazione d’archivio.

Velinatura totale delle pagine. La velinatura è la tecnica che permette di rinforzare il supporto cartaceo tramite l’apposizione di carta giapponese (una carta non acida che non rovina il documento). Viene di solito impiegata di fronte a strappi, lacerazioni, fori o indebolimento del supporto per l’azione di acidità dell’inchiostro. Al di là dei casi più disperati la velinatura dovrebbe interessare soltanto le porzioni danneggiate del documento e non l’intero foglio. La velinatura, infatti, per quanto sottile e trasparente tende a rendere meno leggibile la scrittura e dovrebbe quindi essere impiegata soltanto sulle parti effettivamente rovinate.

Impiego della colla vinilica. Avete mai preso tra le mani un registro d’archivio restaurato e nel momento in cui l’avete aperto avete sentito uno scricchiolio sinistro? Be’, quella è la prima prova dell’impiego di colla vinilica nel restauro della legatura del registro. La colla vinilica è quanto di più deleterio da utilizzarsi in un restauro. Anzitutto non è un materiale reversibile, eliminare la colla vinilica è quanto di più difficile vi possa essere. In secondo luogo, la colla vinilica col passare del tempo tende a sfarinarsi e a perdere d’efficacia. Infine, questo tipo di colla tende a sviluppare processi chimici dannosi per la tenuta del supporto del documento restaurato.

Errato utilizzo di materiali nel restauro. Recentemente mi è capitato tra le mani un registro d’archivio rilegato come un volume librario. In altre parole, da una rilegatura semifloscia in pergamena si era passati a una coperta rigida in cuoio rosso con nervature e capitelli colorati. È questo un tipico esempio di un errato utilizzo dei materiali, causato da una mancata analisi storico-materica del pezzo da restaurare.

Da questi pochi esempi si comprenderà bene come la scelta del laboratorio di restauro cui affidare i propri documenti debba essere ponderata con estrema cura, il rischio è quello di investire un’ingente quantità di soldi per interventi non solo inefficaci ma che possono addirittura rivelarsi dannosi.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Conservazione e restauro e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...